top of page

Primavera e Allergie

Aggiornamento: 24 ago 2021


Con la tanto attesa Primavera iniziano anche le allergie respiratorie accompagnate da starnuti, mal di testa e occhi lacrimanti o che bruciano.


Per la Medicina tradizionale cinese le allergie sono determinate dal disequilibrio di due organi: Fegato e Polmone. Ovvero vi è una debolezza energetica del polmone ed un sovraccarico di energia epatica.


Il Polmone appartiene alla Loggia Metallo ed è legato al viscere Intestino Crasso che si occupa di lasciar andare lo scarto e all’organo di senso del naso. Il Polmone, inoltre, si apre attraverso la pelle che rappresenta il nostro confine naturale dal mondo esterno.

Attraverso la pelle il polmone tiene al sicuro il corpo regolando la temperatura e l’umidità dell’organismo e questo lo fa aprendo e chiudendo i pori. Spesso le paure si manifestano sotto forma di impurità cutanee. Se il Polmone è forte e vitale, la pelle è liscia ed elastica. Al contrario quando siamo afflitti e tristi la pelle può risultare spenta, secca, squamata o con eruzioni.

L’emozione collegata al Polmone è la tristezza, l’afflizione. Molti disturbi respiratori e intestinali sono connessi alla tristezza oltre che alla scarsa capacità di lasciar andare o restituire.


Il Polmone controlla i canali energetici e i vasi sanguigni. I suoi disturbi lo privano della capacità di distribuire sostanze nutritive ed energia nell’organismo. I polmoni hanno il compito di prendere aria e ossigeno dall’esterno attraverso l’inspirazione e di restituire anidride carbonica attraverso l’espirazione. Questo scambio fa assumere ai Polmoni anche un compito di purificazione e chiarificazione: è il Polmone a decidere che cosa può entrare e che cosa deve uscire dal corpo e questo costituisce il nostro legame con il mondo!

E’ un ciclo continuo legato alla nostra capacità di prendere e lasciar andare ovvero restituire. Dal punto di vista simbolico parliamo di trasformazione, di relazione tra interno ed esterno e dell’alternanza continua tra yin e yang.


Polmone e Ritmo Circadiano:

Il Polmone manifesta il proprio picco energetico fra le 3 e le 5 del mattino. Svegliarsi in questo lasso di orario ha un significato profondo. Le persone che soffrono di asma spesso hanno picchi di affanno o tosse proprio tra le 3 e le 5 del mattino.


Il Fegato (Generale delle Armate) appartiene alla Loggia Legno, è colui che governa il Qi ed il suo fluire equilibrato nel nostro sistema. Facilita la circolazione del sangue e i fluidi corporei. Influenza la secrezione biliare. Regolarizza gli stati emotivi dell’individuo. Influenza i cicli mestruali e la eiaculazione, entrambe attività normalizzate dal flusso dell’energia. Accumula il sangue. Regola il volume del sangue e previene il sanguinamento.

Il Fegato è collegato alla rabbia come emozione.


La rabbia come segno di uno squilibrio

In medicina cinese si dice che in questi casi lo Yang di Fegato, il quale dovrebbe essere ancorato e tenuto calmo dallo Yin di Fegato, si libera e fugge verso l’alto. A differenza dalla rabbia “sana”, che sorge in seguito ad un avvenimento reale, rimane adeguata alla causa scatenante e scompare in seguito alla risoluzione di questa, la rabbia come conseguenza di un disequilibrio interno compare senza causa sufficiente, praticamente dal nulla, oppure perdura nel tempo come una specie di stato d’animo di fondo.


Secondo la teoria della MTC in queste forme di rabbia si possono distinguere due meccanismi diversi, che giustamente si manifestano in emozioni differenti. Nel primo caso succede, che lo Yang del Fegato è di per sé abbastanza forte da potersi liberare. In questo caso la medicina cinese parla di un Fuoco di Fegato. La rabbia che si manifesta in questa sindrome è brusca, intensa, piena di forza e violenta. La persona interessata fa fatica a controllarsi e tipicamente sente una forte pulsione a diventare manesca. Anche se dovesse riuscire ad evitare atti violenti, avrebbe comunque visioni interne di violenza contro oggetti o persone. Questa forma di rabbia è tipica nei bambini e negli uomini in giovane età, il cui Yang è di per sé molto vigoroso e in presenza di un disturbo facilmente degenera in Fuoco.

La seconda forma di rabbia come conseguenza di un disequilibrio è più frequente invece nelle donne e nelle persone deboli o anziane. In questi casi lo Yang di Fegato diventa strapotente soltanto in modo relativo, ossia perché la parte Yin del sistema di Fegato è troppo debole per poterlo tenere ancorato. Questa forma di rabbia non segue un percorso esplosivo, ma fasi più lunghe e caratterizzate tipicamente più da debolezza che da forza. Questa forma di rabbia “vuota” è più litigiosa, criticona, intrigante e manipolativa e meno manesca. Gli squilibri interni che possono causare questa forma di rabbia in medicina cinese sono descritti come un deficit di Sangue o di Yin di Fegato

Ambedue le forme di rabbia spesso sono accompagnate da frustrazione, ossia – nei termini della MTC – una stasi di Qi di Fegato. Per comprendere il meccanismo energetico dietro alla frustrazione e il suo legame con la rabbia prima dobbiamo dedicare qualche riga agli aspetti emotivi positivi del sistema funzionale di Fegato.


Per ogni impulso, ogni mossa e all’inizio di ogni azione il Fegato mobilizza, dirige e mette in moto il Qi. Ogni volta che noi sopprimiamo un impulso o non diamo seguito ad un moto interno, il Qi rimane per così dire incastrato a metà strada e ristagna. Questa è un’immagine che riesce a descrivere bene lo sviluppo della stasi di Qi di Fegato, uno squilibrio estremamente diffuso. Tradizionalmente la medicina cinese spiega questo disturbo con il blocco di emozioni tipiche per il sistema di Fegato, prima di tutte la rabbia. In pratica però è possibile riscontrare una forte stasi di Qi di Fegato anche nelle persone che effettuano un controllo troppo forte su quelli che sono i loro impulsi spontanei, in altre parole in persone molto puntuali, trattenute, rispettose, affidabili o tendenzialmente perfezioniste (e in senso generale spessissimo nelle donne). Il Generale Fegato, quindi, va in crisi anche se invece di essere eroe e avventuriero è costretto a diplomazia e riguardo. In questo senso una certa misura si stasi di Qi di Fegato è sicuramente inevitabile per poter vivere una vita civile.

Però questa frustrazione non deve diventare troppa. Se gli impulsi e il desiderio di svilupparsi e prendere spazio viene bloccato troppo frequentemente, allora il Qi di Fegato ristagna fortemente e si avranno disturbi importanti. La stasi a sua volta “surriscalda” Qi e Yang di Fegato e, come in una pentola a pressione, causa ripetute scariche dello Yang di Fegato verso l’alto.


Fegato e Ritmo Circadiano:

Il Fegato manifesta il proprio picco energetico fra le 1 e le 3 del mattino. Svegliarsi in questo lasso di orario ha un significato legato alla funzionalità epatica


Dal punto di vista psicosomatico ci arriva la conferma di quanto intuito analogicamente più di 5000 anni fa dalla Medicina Tradizionale Cinese. Chi soffre di allergie spesso ha aggressività inconsapevole o iper controllata. Le persone che soffrono di allergie si sentono in pericolo, non sono adattabili, spesso hanno un atteggiamento severo. Sono intolleranti e questo le porta ad essere indisponibili accusando gli altri di esserlo con loro.


Ecco, quindi, che disintossicare il Fegato e nutrire l’energia del Polmone prendendoci cura del respiro e delle nostre emozioni ad esso collegate ci può fornire un utile sostegno in prevenzione. Pranayama, riequilibrio emozionale, fitoterapia e alimentazione sono i pilastri per una serena Primavera.



35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page