top of page

Ayurveda&Pulizia Cavo Orale




Oil Pulling è un’antica pratica ayurvedica per la cura e l’igiene del cavo orale e per la detossificazione e la salute dell’intero organismo. Viene menzionato per la prima volta nel testo ayurvedico della Charaka Samhita dove è chiamato Kavala Gandoosha o Kavala Graha. E' un lavaggio del cavo orale attraverso l'utilizzo di olio vegetale.


Perché lo consiglio?

Mentre dormiamo l’organismo svolge alcune importanti funzioni di disintossicazione e si attiva per eliminare le sostanze di scarto del metabolismo, le tossine ed i batteri. Queste tossine vengono spinte verso la cavità orale ed è molto salutare espellerle al mattino. I benefici sono molti non solo per la cura di denti e gengive.


Quali sono i benefici?

  • Rafforza e sbianca i denti

  • Rafforza le mascelle riducendo infiammazioni dell’articolazione temporo mandibolare

  • Previene e cura gengiviti e paradontosi

  • Previene e cura l'alitosi

  • Previene la secchezza delle labbra, della bocca e della gola

  • Aiuta a detossificare il corpo

  • Ottimo in caso di afte e piccole ulcerazioni e mughetto

  • Molto utile in caso di bocca urente (sensazione di bruciore in bocca)

  • Utile per chi soffre di emicrania

  • Effetti positivi su malattie cutanee, disturbi nervosi e reumatici

  • Aiuta ad alleggerire il lavoro del fegato e dei reni, che avranno il compito di filtrare le tossine senza che vadano in sovraccarico di lavoro

  • Contribuisce al buon funzionamento sia del sistema immunitario che del sistema ormonale

  • Allevia l’asma


Quali oli si possono utilizzare?

Scegliamo oli spremuti a freddo e biologici


L’olio di cocco è il più consigliato per le sue proprietà antimicrobiche e antibatteriche, è molto efficace contro i batteri Streptococcus Mutans che causano la carie. Ha un effetto rinfrescante ed emolliente. Inoltre, rende i denti più bianchi, le gengive più rosa e più sane e l’alito più fresco. Grazie al suo contenuto di acido caprilico, è in grado di combattere la Candida albicans, che in condizioni patogene è responsabile di molti problemi di salute.

L’olio di oliva, di sesamo e di girasole sono tutte alternative valide in quanto ricchi di trigliceridi ma per le proprietà specifiche dell’olio di cocco è in assoluto considerato il più efficace. In commercio lo troviamo anche deodorato per chi non tollera un eccesso di sapore di cocco oppure aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di menta o limone


Come si esegue?

Al risveglio è importante pulire per prima cosa la lingua con il nettalingua e poi mettere in bocca un cucchiaio di olio di cocco e muoverlo all’interno della bocca come si fa di solito con il collutorio ma con più gentilezza per almeno 10 minuti (consigliato fino a 20 minuti) Dopo averlo sputato ci si sciacqua la bocca con acqua tiepida e sale per togliere impurità e sensazione di unto o ci si lava i denti spazzolandoli gentilmente. E' possibile anche ripassare il nettalingua per togliere eventuali impurità dalla lingua,





Cos’è il Nettalingua?

Il nettalingua è uno strumento, solitamente in rame, attraverso il quale è possibile effettuare un’accurata pulizia della lingua. La pulizia della lingua risale ai tempi antichi in India, ma, grazie ai numerosi benefici della pulizia della lingua- in particolare la promozione dell'alito fresco e dell'igiene orale - la popolarità di questa pratica ha resistito nel tempo.


Raschiare la lingua dalla radice prima e dopo il lavaggio con l’olio porta molteplici benefici:

  1. Elimina tossine, batteri e cellule morte dalla lingua per prevenire l'alito cattivo

  2. Esalta il senso del gusto

  3. Promuove la salute orale e digestiva generale

  4. Stimola delicatamente gli organi interni

  5. Aumenta la tua consapevolezza del tuo stato di salute

92 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page